Design

Corso di Design

In AANT formiamo Designer professionisti in grado di progettare spazi e oggetti. Il corso sviluppa la capacità di intervenire su strutture esistenti, creare installazioni o progettare interventi permanenti in spazi pubblici e privati, indoor e outdoor, ma anche progettare sistemi e componenti di arredo e oggetti di uso quotidiano, acquisendo competenze specifiche in un mix formativo di creatività, strumenti culturali e tecnici.

Il triennio di Design è il laboratorio in cui si acquisiscono conoscenze e competenze culturali, metodologiche, scientifiche, tecniche e strumentali per svolgere l’attività in due dei principali ambiti del disegno industriale: quello della progettazione di interni e quello della progettazione di oggetti d’uso. L’intero percorso formativo è orientato all’innovazione, alla sperimentazione e alla sostenibilità ambientale. Comprende quindi le tecnologie digitali applicate in modo multidisciplinare. Il metodo proposto è quello che unisce sapere e saper fare.

Lo studente impara gradualmente a risolvere problemi integrando studi teorici e culturali nelle pratiche della progettazione. I laboratori e workshop multidisciplinari consentono di applicare il talento creativo a casi concreti, anche in collaborazione con imprese, istituzioni e associazioni professionali. In questo modo, AANT offre allo studente l’opportunità di realizzare significativi e innovativi progetti  dal vivo, con grande attenzione per gli stili di vita contemporanei e per gli equilibri ecologici. I docenti mettono a disposizione competenze altamente qualificate e fortemente specializzate, insieme a una consolidata esperienza didattica e di ricerca in Italia e all’estero.

Per qualsiasi domanda puoi chiamarci o scriverci compilando il form sottostante. Un nostro trainer ti aiuterà nella scelta del corso o del percorso da intraprendere.


 

    • Introduzione

      Nel primo anno di corso lo studente approfondisce due campi di competenza fortemente interconnessi. Il primo è il metodo del progetto di interni, con la fondamentale conoscenza di materiali e tecnologie, dei temi e problemi legati alla progettazione dello spazio e dei sistemi di arredamento, delle necessità funzionali degli utenti, ma anche della cultura del progetto così come si è sviluppata nella storia dell’architettura e nella relazione con le arti. Il secondo campo di studio riguarda le tecniche di rappresentazione e modellazione tridimensionale tra cui il disegno e rilievo architettonico, il disegno digitale, la modellazione in 3D, il rendering, la fotografia, l’elaborazione delle immagini e le tecniche di rappresentazione del progetto. L’obiettivo didattico è favorire la comprensione non solo delle esigenze tecniche dello spazio, ma anche del suo impatto emozionale e comunicativo. Durante il primo anno lo studente conosce e sperimenta tutte le fasi della progettazione di uno spazio interno di media complessità, imparando a gestirne con piena consapevolezza i vari passaggi – dall’ideazione alla rappresentazione e alla realizzazione – e le diverse componenti spaziali, funzionali, tecnologiche, normative.

    • Disegno tecnico e progettuale

      Disegno tecnico e progettuale, Hand Drafting 75 ore - 6 cfa - 1° Semestre

      Obiettivo del corso è trasmettere le nozioni tecniche per la formulazione e la lettura dei modelli grafici dell'architettura e degli oggetti di Design attraverso lo studio dei modelli geometrici dello spazio tridimensionale. I principi e i procedimenti della geometria descrittiva, proiettiva e prospettica costituiscono la struttura teorico-scientifica della materia. Lo studente acquisisce la capacità di esprimere gli elementi costitutivi di manufatti architettonici e di opere di Design. Un modulo del corso, dedicato al disegno a mano libera, permette l’uso appropriato degli strumenti e la cognizione delle regole necessarie a realizzare rapidamente lo schizzo di un oggetto, un interno, un’architettura, un dettaglio, rendendo in maniera immediata la forma di un’idea a un cliente o un operatore anche senza l’ausilio di mezzi informatici.

      Docenti: Daniele Calisi - Mariannita Zanzucchi

    • Rilievo dell’architettura e disegno digitale

      Disegno Digitale, Rilievo dell’Architettura 100 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il corso è diviso in due parti. Quella relativa al Rilievo dell’architettura ha l’obiettivo di fornire allo studente la capacità di leggere uno spazio architettonico, imparando a percepirne gli elementi caratterizzanti e a tradurli in una rappresentazione grafica. Le lezioni consistono in una parte teorica e in una pratica, da svolgere sia in aula sia fuori studiando direttamente un monumento. Ogni studente sperimenta gli strumenti utili per misurare e rappresentare, attraverso rilievo a vista, proporzionamento a mano libera e tecniche di rilievo strumentale. La parte del corso dedicata al disegno digitale ha come obiettivo l’apprendimento delle nozioni di base del programma AutoCAD 2D per disegnare idee e progetti. Le lezioni teoriche e pratiche hanno lo scopo di rendere autonomo lo studente nell’utilizzo più completo di AutoCAD, per lavorare con precisione e velocità nei campi dell’architettura e del Design.

      Docenti: Daniele Calisi - Roberta Loreti

    • Storia dell’arte contemporanea

      30 ore - 4 cfa - 1° Semestre

      L'obiettivo dell’insegnamento è sviluppare la capacità di lettura storica e critica dei fenomeni artistici contemporanei: una qualità indispensabile per chiunque voglia svolgere consapevolmente il proprio ruolo di progettista. Il corso ripercorre la storia delle arti visive, con particolare riferimento alla cultura occidentale, dalla fine del XVIII secolo alla metà del XX. Mediante lezioni frontali, visite guidate ed esercitazioni ci si propone di offrire allo studente dati e strumenti metodologici finalizzati alla comprensione della produzione artistica e dell’intreccio che la lega a tutti i piani della società e della cultura contemporanee.

      Docenti: Lorenzo Bruni

    • Design 1

      100 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il progetto di architettura d’interni non è una semplice risposta alle necessità funzionali: nasce da una richiesta di spazio ed è l’esito di una ricerca articolata che parte dal programma prestazionale e si precisa nella costruzione della forma, nel linguaggio espressivo e nella scelta dei materiali. Un’architettura di qualità, dunque, non è solo una bella invenzione ma è, soprattutto, una risposta efficace a regole tecniche, relazioni tra le parti, proporzioni, misure. Obiettivo principale del laboratorio è apprendere come realizzare lo sviluppo coerente e completo di un'idea architettonica e affrontare aspetti spaziali, estetici, funzionali e costruttivi. La prima fase è finalizzata all’acquisizione della sensibilità analitico-interpretativa necessaria e, in seguito, al giusto approccio verso la metodologia progettuale, ponendo particolare attenzione al tema della flessibilità e della trasformabilità, della qualità ambientale e dello spazio della socializzazione.

      Docenti: Ilaria Petreni

    • Storia dell’architettura e dell’arredamento

      45 ore - 6 cfa - 2° Semestre

      Il corso contribuisce alla formazione di una cultura storico-critica dell’architettura e alla comprensione dello spazio interno inteso come sintesi di volume, decorazione e arredamento, e come espressione di diverse aree culturali e di specifiche situazioni storiche. Dall’antichità fino alle tendenze odierne, l’architettura degli interni e l’arredamento sono esaminati negli aspetti progettuali e storici della distribuzione, della struttura dei singoli ambienti, della decorazione, del sistema dei mobili e degli oggetti d’uso, in relazione con l’evoluzione del gusto, dell’arte e della moda. Un’appassionante mappa degli stili e delle forme, delle opere, degli artisti e dei progettisti come strumento indispensabile per sviluppare competenze progettuali di formalizzazione dello spazio abitabile nelle varie scale e nelle specifiche funzioni.

      Docenti: Arda Lelo

    • Modellazione digitale e rendering

      75 ore - 6 cfa - 1 e 2° Semestre

      Il corso, attraverso l’apprendimento del software 3D Studio Max, approfondisce la modellazione poligonale usando oggetti parametrici, modificabili free-form. Si analizzano e studiano materiali, luci e renderizzazione statica e animata con V-ray, al fine di realizzare immagini grafiche e fotografiche il più possibile competitive nel panorama attuale della progettazione di interior e product Design.

      Docenti: Michele Calvano

    • Tecniche di rappresentazione del progetto

      75 ore - 6 cfa - 2° Semestre

      Il corso fornisce le nozioni base dei software di impaginazione e di elaborazione delle immagini, in particolare foto inserimento e fotoritocco, in interazione con i programmi di progettazione bi e tridimensionale, per fornire una presentazione ottimale dei progetti di interior e industrial Design e una loro adeguata comprensione e valorizzazione.

      Docenti: Loretta Di Paola

    • Materiali e tecnologie per l’architettura d’interni

      60 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Lo studio dei materiali si inserisce in un ambito molto ampio (sociale, ambientale, estetico, culturale, percettivo, tecnico) ed in continuo sviluppo. Il programma verte su orientamento d’uso e lavorazione di materiali tradizionali e innovativi, per fornire solide basi e stimolare la ricerca autonoma. Oggetto di studio sono le caratteristiche tecniche dei materiali, i loro derivati e componenti, le possibilità espressive e produttive fino al loro riciclo e riutilizzo finale. Sono presentati esempi di interior e arredo, con una particolare attenzione alle qualità del comfort dello spazio interno alle quali il progettista deve rispondere. Il colore, che è un ingrediente base della percezione e quindi del progetto, viene affrontato nell’identificazione dei campioni nei sistemi cromatici. Nella valutazione è richiesta la ricerca di campionature reali o prototipali di progetto (colore, texture, campioni) che rispondano ai valori comunicativi identificati dal progettista attraverso uno scenario fatto di immagini e parole.

      Docenti: Francesca Cattaneo

    • Organizzazione e normativa per il Design

      30 ore - 4 cfa - 1° Semestre

      Il corso affronta i temi relativi alla tutela giuridica del Design, considerata in tutti i principali aspetti di disciplina del Design industriale, dei modelli di utilità e disegni ornamentali, delle opere architettoniche, dell’architettura d’interni. Attraverso lo studio di alcune case history vengono illustrati gli ambiti della disciplina, nonché i concetti di oggetto e strumenti della tutela, tra cui proprietà industriale, diritto d’autore registrazione, brevetto, copyright.

      Docenti: Marco Barbone

    • Teoria della percezione e psicologia della forma

      30 ore - 4 cfa - 1° Semestre

      Il corso fornisce gli strumenti concettuali per cogliere i nessi tra lo studio dei processi psicopercettivi e semiotici e i propri interessi progettuali e artistici, relativi alla comunicazione visiva e al Design. Le lezioni teoriche riguardano sia gli orientamenti teorici sulla percezione sia i fondamenti della semiotica del Design, mentre le esercitazioni in aula vertono su casi di analisi semiotica su oggetti di Design, con l’obiettivo di trasmettere allo studente le conoscenze e le competenze necessarie per fare un uso consapevole dei segni e per la comprensione, significazione e comunicazione dei prodotti di Design e dei suoi processi progettuali.

      Docenti: Simonetta Blasi

    • Introduzione

      Il secondo anno del corso di Design sviluppa e potenzia la didattica dell’anno precedente estendendola all’ambito del Public Design e introducendo il sistema di competenze specifiche del Product Design. Inoltre AANT offre un ambiente orientato al lavoro, traducendo lo sviluppo teorico in progettazione pratica. Nei laboratori di Design 2 lo studente affronta progetti più complessi, relativi agli spazi residenziali collettivi e a quelli pubblici del commercio e della ricettività, includendo anche spazi aperti connessi alle funzioni dell’abitare nelle aree urbane. Le competenze si arricchiscono grazie a insegnamenti mirati al controllo tecnico degli spazi e alla definizione delle relazioni funzionali ed emozionali tra l'utente finale e l’ambiente da progettare. Le discipline inerenti il Product Design sono orientate all’acquisizione dei fondamenti teorici, metodologici, tecnici e strumentali per il controllo dell’intero ciclo della progettazione – dall’ideazione del concept al controllo del comportamento meccanico, alla rappresentazione, alla realizzazione – di prodotti e di sistemi di prodotti secondo i principi della produzione in serie. Gli insegnamenti relativi all’uso di strumenti avanzati di modellazione digitale, prototipazione rapida, visualizzazione permettono allo studente di acquisire competenze indispensabili per la definizione e il controllo del progetto, fino alle fasi realizzative del prototipo. Il valore strategico del Design e la sua integrazione nelle politiche aziendali sono oggetto di approfondimento del Design management. Le abilità dello studente alla fine del secondo anno sono completate dallo sviluppo e dalla sperimentazione di una proposta grafica coordinata, finalizzata alla comunicazione dei propri progetti.

    • Arti visive contemporanee

      60 ore - 8 cfa - 1° Semestre

      Il corso è orientato alla conoscenza delle arti visive contemporanee dalla seconda metà del XX secolo ai nostri giorni, attraverso l’indagine estetica sul legame che esiste tra arte e riflessione storico filosofica. Si affrontano i temi delle interrelazioni tra le diverse espressioni artistiche contemporanee, con particolare interesse verso la reciprocità esistente tra arti visive e Design, nonché della loro contestualizzazione nell'orizzonte sociale e culturale.

      Docenti: Lorenzo Bruni

    • Modellazione digitale e prototipazione rapida

      100 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il corso si articola in moduli tematici che trattano i seguenti argomenti: modellazione solida per il Design, drafting 2D, modelli per il Rapid Prototyping, visualizzazione del prodotto di Design. Il primo modulo ha come finalità la comprensione degli ingredienti utili alla costruzione dei modelli di Design. Inoltre, vengono trattate le tecniche di modellazione solida digitale del prodotto. Il secondo modulo prevede l’approfondimento del percorso che porta dal modello 3D alla redazione dei disegni tecnici e la loro impaginazione. Nel terzo modulo si illustra come creare i disegni per la produzione del progetto, quindi la costruzione di modelli per il Rapid Prototyping. Si studiano i modelli sviluppabili (poliedri-scatole) e quelli non sviluppabili (superfici a doppia curvatura). Nelle sessioni pratiche lo studente è chiamato a produrre file per il plotter da taglio e per la stampante 3D. Nell’ultimo modulo si affrontano tecniche rapide di visualizzazione del prodotto attraverso l'utilizzo di software dedicati alla gestione di materiali e luci.

      Docenti: Matteo Flavio Mancini

    • Product Design 1

      100 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il laboratorio di Product Design 1 vuole dare allo studente tutti gli strumenti utili per affrontare un progetto dal punto di vista metodologico e di linguaggio del Design contemporaneo. Si analizzano le richieste date in un brief simulato per arrivare a generare un concept creativo e procedere alle successive fasi di definizione del progetto, fino ai disegni esecutivi.

      Docenti: Giancarlo Cutello

    • Materiali e tecnologie avanzati per il Design

      45 ore - 6 cfa - 2° Semestre

      Lo studio di materiali e tecnologie orientati al cambiamento di esigenze e abitudini della società è finalizzato a sollecitare la progettazione di spazi abitativi e pubblici sempre più comunicativi e accoglienti per la piccola e la grande serie. In quest’ottica si affrontano tematiche e tecniche di resistenza alle sollecitazioni dell’ambiente esterno, orientate verso un mondo più sostenibile, tenendo conto dei bisogni di personalizzazione e sensorialità. Si approfondisce il tema del progetto della superficie con le sue possibilità tecnologiche.

      Docenti: Francesca Cattaneo

    • Design 2

      100 ore – 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      L’obiettivo è fornire un metodo progettuale per affrontare il tema dello spazio pubblico sul piano percettivo-scenografico attraverso l’utilizzo di tecniche di arredo semplici e flessibili. Le lezioni affrontano varie tipologie di spazi pubblici ed espositivi: uffici, negozi, locali, allestimenti museali, temporary shop, alberghi e residenze collettive. Un excursus generale prevede l’analisi di tecniche, materiali e soluzioni base delle nuove tipologie e nuovi concept di spazi espositivi e commerciali. Sono previsti due temi progettuali, con relativi moduli di lezioni e verifiche finali. Il primo consiste nella progettazione di un locale pubblico, verificata mediante sopralluoghi presso una struttura effettivamente realizzata. Lo studente deve prevederne un utilizzo flessibile che contempli, oltre alla funzione strettamente commerciale, anche la possibilità di organizzare piccole esposizioni, corsi di cucina, consultazione di libri o riviste a tema, cook sharing. L’obiettivo è unire all’apprendimento degli standard e tecniche base un approccio creativo e innovativo. Il secondo tema riguarda l’allestimento espositivo e urbano di un sito di particolare interesse per il Comune di Roma, o altro nodo urbano. Il lavoro tocca l’Outdoor, l’Interior e l’Exhibit Design perché riguarda sia l’allestimento (di opere di street art, per esempio) sia l’arredo urbano di uno spazio da recuperare e da valorizzare attraverso illuminazione, sedute e altri elementi.

      Docenti: Ilaria Petreni

    • Storia del Design

      30 ore – 4 cfa - 2° Semestre

      Il corso analizza il Design dalla rivoluzione industriale a oggi, nelle sue relazioni con i diversi piani della società: della cultura, dell’arte, dell’economia. Il percorso si sofferma sugli aspetti peculiari di progettazione, produzione, consumo e vendita, come anche gli eventi, i prodotti e l’opera dei progettisti più significativi.

      Docenti: Giancarlo Cutello

    • Design management

      Ore 30 – 4 cfa - 1° Semestre

      Il corso è finalizzato a fornire le conoscenze di base relative alla gestione di un progetto di Design all’interno di un’impresa o di uno studio partendo dalla strategia e dalla progettazione di un prodotto/servizio, fino alla comunicazione e agli aspetti distributivi. Comprende nozioni relative a: elementi di economia e organizzazione del settore; gestione dei progetti di Design; processo creativo nelle aziende Design-oriented; marketing e comunicazione. Lo studente assimila le informazioni chiave per gestire operativamente un progetto di Design nel contesto della strategia aziendale contribuendo ai processi di innovazione e sviluppo.

      Docenti: Diana Ciullo

    • Comunicazione del progetto

      Comunicazione del progetto, Cultura del progettto 75 ore - 6 cfa - 2° Semestre

      Il corso si concentra sui fondamenti della composizione grafica e della comunicazione visiva, con il preciso obiettivo di trasmettere allo studente le conoscenze necessarie alla realizzazione di presentazioni professionali dei propri progetti attraverso disegni, immagini e testo. Insegna i principi di progettazione e le tecniche di impaginazione grafica sia di tavole cartacee, sia di slide digitali: attraverso esercitazioni pratiche lo studente affronta lo studio e il controllo del colore, la determinazione della forma e le regole di disposizione degli elementi in uno spazio grafico, nonché la gestione, importazione ed esportazione dei file di immagine e dei programmi vettoriali, per l’interazione con i programmi di progettazione architettonica e del Design, approfondendo le nozioni dei software acquisite nell’anno precedente. In tal modo si rafforza la capacità di configurare in modo appropriato il proprio portfolio multidisciplinare.

      Docenti: Renato Fontana

    • Fotografia del Design

      50 ore - 4 cfa - 1° Semestre

      Il corso affronta la comunicazione visiva del Design mediante il linguaggio fotografico fornendo non solo le leggi grammaticali e sintattiche, ma anche le tecniche per indagare il legame esistente tra la fotografia e il progetto di Design. Il programma prevede fondamenti di storia, composizione e tecnica fotografica, nonché lo studio delle tecniche di illuminazione idonee alla valorizzazione dell’oggetto. Tra i temi del percorso formativo c’è il rilievo fotografico, supporto necessario alle operazioni di rilievo architettonico, al fine di trarre dall’immagine fotografica informazioni utili per la determinazione metrica e figurativa delle opere di architettura. Molta attenzione viene data anche alla fotografia di still life descrittivo e di still life creativo/pubblicitario, con particolare riferimento al valore della composizione, dell’interpretazione del prodotto di Design, della luce in relazione al materiale. L’obiettivo finale è di fornire le competenze idonee alla realizzazione di set fotografici professionali di interior Design e di still life. Tutte le lezioni teoriche sono affiancate da esercitazioni pratiche in cui un progetto fotografico viene sviluppato in ogni fase: ricerca, scatto, post produzione.

      Docenti: Cinzia Capparelli

    • Light Design

      50 ore - 4 cfa - 1° Semestre

      Il corso fornisce gli strumenti per comprendere ed eseguire un progetto di Light Design, focalizzando il senso e le potenzialità che la luce offre non solo a livello visivo, ma anche estetico, comunicativo e funzionale. Il percorso didattico è articolato in tre momenti: una prima fase di approccio, nella quale sono definite le metodologie e la rappresentazione di un progetto di luce, con elementi base di ottica, studio delle sorgenti di luce, degli elementi base di fotometria, corpi illuminanti, software utili al progetto della luce nell’interior e nell’outdoor Design; una seconda fase fornisce i riferimenti base in vari scenari progettuali come il retail e ospitalità, gli allestimenti fissi e temporanei, la luce negli esterni, il Design dell’apparecchio e la sua genesi; una terza fase di applicazione diretta si svolge in un workshop in cui viene concepito, eseguito e rappresentato un progetto illuminotecnico.

      Docenti: Alessandra Reggiani

    • Introduzione

      Il terzo anno di Design si concentra sul perfezionamento dell’attività tecnico-progettuale. Grazie a un metodo multidisciplinare e di ampio respiro lo studente impara a rispondere prontamente ai rapidi mutamenti del mercato e della tecnologia che caratterizzano oggi il mondo di chi lavora nei due principali ambiti di pertinenza del corso: l’Interior & Public Design e il Product Design. Grazie all’acquisizione di strumenti avanzati è possibile sviluppare un approccio critico e flessibile ai temi della progettazione e alla risoluzione tecnica di problemi specialistici, affrontando progetti sempre più complessi. Nei laboratori di Design 3 e di Allestimento degli spazi espositivi lo studente acquisisce conoscenze teoriche, tecniche, metodologiche e strumentali relative a interventi permanenti o temporanei negli spazi pubblici e di servizio, alle installazioni pensate per singoli eventi, al retail Design, alla progettazione di piccole strutture temporanee. Nell’ambito del Product Design, il percorso didattico porta a un perfezionamento delle competenze relative alle tecniche di reverse engineering, reverse modeling, modellazione di superfici complesse, che consentono il passaggio alle fasi realizzative del progetto. Allo stesso tempo, lo studente sperimenta un percorso progettuale completo relativo a sistemi di prodotti innovativi per la produzione in serie, controllandone con appropriatezza i linguaggi, gli strumenti e le tecnologie necessarie per la realizzazione, nonché la valutazione del rapporto con i contesti spaziali e ambientali. I risultati conseguiti al termine del terzo anno preparano lo studente all’elaborazione della tesi di diploma e alla prova conclusiva del percorso formativo in Design.

    • Metodologia progettuale della comunicazione visiva

      30 ore - 4 cfa - 2° Semestre

      In continuità con l’insegnamento di comunicazione del progetto, svolto nell’anno accademico precedente, lo studente acquisisce nuove competenze sulla comunicazione visiva dei progetti di Design, specialmente in relazione all’uso dei media digitali e al web. Fondamenti metodologici e nozioni tecniche sono finalizzate all’accrescimento dell’efficacia e della personalizzazione della comunicazione. Il progetto di un proprio portfolio digitale e interattivo è l’oggetto del laboratorio disciplinare, che verifica le competenze acquisite dallo studente.

    • Allestimento degli spazi espositivi e Public Design

      75 ore - 6 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il corso si propone di fornire conoscenze teoriche e pratiche per operare nell’ambito della progettazione di percorsi, allestimenti, installazioni, esperienze per la fruizione degli spazi espositivi a carattere commerciale o culturale. I temi di progetto sono individuati in modo complementare a quelli del laboratorio di Design 3. Il percorso formativo è caratterizzato da una forte interdisciplinarietà tra architettura, Design e comunicazione di tipo tradizionale e multimediale, offrendo anche nozioni sulla gestione e organizzazione delle molteplici competenze che intervengono nello sviluppo di progetti complessi.

      Docenti: Ilaria Petreni

    • Design 3

      100 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il terzo laboratorio di progettazione, Design 3, propone un perfezionamento nell’attività tecnico-progettuale attraverso un approccio multidisciplinare e di ampio respiro. Lo studente impara ad affrontare temi complessi che richiedono anche la risoluzione tecnica di problemi specialistici. Durante il corso si acquisiscono conoscenze teoriche, pratiche, metodologiche e strumentali relative a interventi permanenti o temporanei negli spazi pubblici (aeroporti, porti, stazioni) e di servizio (banche, uffici, ospedali, scuole, musei e spazi espositivi), alle installazioni pensate per singoli eventi, al retail Design, alla progettazione di piccole strutture temporanee.

      Docenti: Massimo Locci - Ilaria Petreni

    • Product Design 2

      100 ore - 8 cfa - 1° e 2° Semestre

      Nel terzo anno del progetto formativo di Product Design si introduce il percorso progettuale completo relativo a sistemi di prodotti innovativi per la produzione in serie, con attenzione ai linguaggi, agli strumenti, alle tecnologie necessarie per la realizzazione, nonché alla valutazione del rapporto con i contesti spaziali e ambientali in cui essi si andranno a collocare. Lo studente apprende come definirne i componenti in relazione a tipologie, tecniche e fasi di lavorazione. Grazie all’integrazione multidisciplinare anche con gli insegnamenti tecnologici e della modellazione 3D può verificare le competenze acquisite su casi concreti, con l’opportunità di realizzare i progetti dal vivo, in collaborazione con aziende e imprese, istituzioni, associazioni professionali.

      Docenti: Giancarlo Cutello - Giovanna Talocci

    • Rendering degli spazi e degli oggetti – livello avanzato

      50 ore - 4 cfa - 1° Semestre

      Il corso integra e perfeziona le conoscenze nell’ambito della modellazione tridimensionale e della renderizzazione, statica e animata, apprese nel biennio precedente. Lo studente, infatti, acquisisce competenze avanzate di modellazione, texturing e animazione 3D per la rappresentazione digitale fotorealistica di spazi architettonici e oggetti. Il percorso si completa con un modulo di elaborazione di effetti visivi e post insertion.

      Docenti: Alessandro Basso - Fabio Timpanaro

    • Modellazione di superfici complesse

      75 ore - 6 cfa - 1° e 2° Semestre

      Il corso sviluppa a livello avanzato le competenze relative alla modellazione di superfici complesse mediante i sistemi di modellazione 3D generativa e parametrizzazione. Attraverso l’uso dei software a combinazione di programmazione algoritmica e geometria, si apprendono i metodi per studiare e progettare un oggetto comprendendone l’articolazione e le caratteristiche di tipo geometrico e matematico e controllandone gli algoritmi generativi. Grazie a esercitazioni in aula e presso strutture di produzione (aziende, laboratori, ecc.), lo studente impara a sviluppare le proprie geometrie data-driven e a creare popolazioni di modelli interattivi, affrontando tutti i passaggi del progetto dalla sua definizione alle fasi realizzative, fino all’interfaccia con le macchine e i sistemi produttivi industriali.

      Docenti: Michele Calvano

Attività formative ulteriori

INGLESE TECNICO

30 ore - 4 cfa
Vista la sua rilevanza in campo tecnico-scientifico, la nostra Accademia promuove da anni lo studio dell’inglese. Nel programma del triennio sono previste delle verifiche, con il riconoscimento di specifiche certificazioni, e dei percorsi di perfezionamento della lingua. L’obiettivo principale è favorire l’apprendimento dell’inglese portando lo studente almeno a un livello B1, in base alla scala di valutazione del CEF (Common European Framework). In particolare, la conoscenza di un lessico specifico legato al mondo del Design e della comunicazione mette lo studente nelle condizioni di reperire e consultare documentazioni informative di carattere tecnico e/o descrittivo dei prodotti di mercato, formulare un curriculum in inglese, sostenere un colloquio per la ricerca di impiego, presentare un progetto.

ATTIVITÀ DIDATTICHE A SCELTA
10 cfa nel corso del triennio
Durante il triennio lo studente può personalizzare il proprio percorso acquisendo crediti con attività formative scelte liberamente, promosse o riconosciute da AANT. Tra queste, la partecipazione a corsi, esami, workshop, mostre, seminari, progetti, contest, eventi, tirocini.

PROVA FINALE
10 cfa
La prova finale ha lo scopo di verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi del triennio. Consiste nella discussione pubblica della tesi di diploma, elaborata dal candidato sotto la guida di un docente che svolge la funzione del relatore. La tesi deve trattare un tema inscrivibile nei diversi campi del Design o Graphic Design e può avere carattere progettuale o teorico sperimentale. Possono contribuire agli indirizzi di sviluppo della tesi eventuali correlatori scelti tra i docenti o – nel caso di progetti di tesi sviluppati in collaborazione con aziende, enti, organizzazioni – tra i rappresentanti degli stessi. La valutazione conclusiva tiene conto, oltre che della tesi, dell’intera carriera dello studente ed è espressa in centodecimi.

Cerca nel sito