fbpx
Visual Design and 3D Illustration

Visual Design and 3D Illustration

MASTER DI PRIMO LIVELLO A.A. 20/21
in attesa di autorizzazione

Visual Design and 3D Illustration

MASTER DI PRIMO LIVELLO A.A. 20/21
in attesa di autorizzazione

Creare un mondo prima, che esista davvero. Modellare il nuovo e l’inaspettato facendo in modo che sia reale, credibile. Dare alla propria creatività un nuovo, straordinario strumento per rappresentazioni iper realistiche. Questo è l’obiettivo del Master di Primo Livello ViDI in Progettazione Visiva e Illustrazione 3D e il suo scopo è quello di formare la figura professionale dell’illustratore 3D e di potenziare le capacità nella rappresentazione di esperti e professionisti attivi nel campo del Design e della Comunicazione visiva.

Una figura professionale emergente, trasversale ai vari ambiti del Design e del Graphic Design: dall’advertising per i media digitali (gaming, app, installazioni, simulazioni 3D) fino alla comunicazione del prodotto di design e di interni. Il Master di Primo Livello ViDI fornisce una conoscenza estesa delle tecniche e degli strumenti con i quali sviluppare, in maniera efficace  concept visivi, scenari, prodotti. Nel percorso di studi vengono affrontate le tematiche connesse alla produzione di still images mediante le più attuali soluzioni di rendering con particolare attenzione all’educazione visiva e alla formazione del giusto orizzonte culturale per la costruzione di computer-generated imagery (CGI), con un innovativo approccio interdisciplinare, che prevede la connessione tra la visualizzazione 3D, le tecniche e le strategie che appartengono alle arti visive, quali la fotografia, la cinematografia e l’arte pittorica.

Per qualsiasi domanda puoi chiamarci o scriverci compilando il form sottostante.


      • MACROAREA - MODELLAZIONE

        1° MODULO - Introduzione alla modellazione 3D - CFA 2
        L’insegnamento si propone di fornire un inquadramento teorico riguardo il ruolo della rappresentazione digitale nell’ambito del progetto di Interior e Product Design e di introdurre gli studenti alle più aggiornate espressioni della cultura e della ricerca digitale e parametrica.
        2° MODULO – Modellazione diretta - CFA 8
        L’insegnamento si propone inizialmente di uniformare le conoscenze dei partecipanti ai principi e alle procedure utili per la costruzione di modelli NURBS, Mesh e SubD topologicamente corretti. Dopo una prima azione di educazione al modello, nella seconda parte del modulo gli studenti saranno addestrati alla rappresentazione 3D di forme complesse, indagando le procedure utili per il controllo della forma attraverso le sue proprietà di curvatura, di continuità delle forme e alle trasformazioni geometriche e parametriche. I casi studio su cui applicare metodi e procedure saranno legati all’Interior e al Product Design.
        3° MODULO – Modellazione indiretta - CFA 8
        L’insegnamento si propone di addestrare gli studenti alla modellazione parametrica informata. Gli strumenti proposti nel modulo permettono di concepire modelli 3D per l’Interior e per il Product attraverso la giustapposizione di famiglie di elementi a parametri morfologici variabili. Inoltre si propone di indagare nuovi vocabolari formali costituiti dagli ingredienti della computer grafica e dalla capacità di gestire flussi di informazioni provenienti da diversi domini disciplinari. Il modulo provvederà a fornire agli studenti le basi di programmazione visuale attraverso gli applicativi maggiormente utilizzati nell’ambito dell’Interior e del Product Design. Acquisite le conoscenze di base della programmazione visuale (VPL) si potranno indagare nuovi orizzonti formali costituiti da modelli responsivi e dinamicamente modificabili.
        4° MODULO – Prototipazione assistita - CFA 4
        L’insegnamento si propone di creare un legame tra modello digitale e modello reale, illustrando le procedure di ottimizzazione dei modelli 3D per la fabbricazione a diversa scala. Si indagherà il tema della discretizzazione dei modelli NURBS in modelli mesh per la stampa 3D; si illustreranno le procedure di semplificazione per l’estrazione dal modello dei percorsi di fresatura. La prefigurazione del prodotto costruito sarà supportata dall’effettiva realizzazione dei modelli attraverso la conoscenza dei materiali e degli strumenti di prototipazione rapida.
        5° MODULO – Image-Based Modeling (Fotogrammetria) - CFA 4
        L’insegnamento si propone di fornire le conoscenze tecniche necessarie alla corretta acquisizione di modelli reali attraverso tecniche di scansione fotogrammetrica, i principi di funzionamento dei software dedicati e le tecniche di ottimizzazione dei modelli per applicazioni di prototipazione rapida e di visualizzazione 3D.

      • MACROAREA - RENDERING 3D

        1° MODULO – Ottimizzazione e gestione dei modelli - CFA 2
        L’insegnamento si propone di approfondire differenti metodologie di gestione dei modelli complessi per le successive fasi di rendering, nonché di apprendere le procedure per l’ottimizzazione della forma, dei processi, dei file di lavoro, e dei differenti LOD (level of details) da impiegare nelle scene 3D con diverse finalità comunicative.
        2° MODULO - Modellazione procedurale - CFA 2
        L’insegnamento si propone di approfondire l’uso delle tecniche di modellazione procedurale tramite generatori, modificatori, effettuatori, cloni, e sistemi nodali, per l’efficacia in termini di gestione e conteggio poligoni in fase di rendering. Inoltre, è previsto l’apprendimento degli strumenti di 3D sculpting per l’implementazione della forma libera e di UV painting per l’ottimizzazione delle mappature texture.
        3° MODULO – Rendering - CFA 2
        L’insegnamento si propone di esplicitare le tecniche, le procedure e gli algoritmi alla base dei processi di rendering in computer grafica e di adottare, per lo svolgimento della didattica, le soluzioni tecnologiche più recenti e diffuse in ambito professionale. Il modulo prevede, oltre all’apprendimento delle nozioni specifiche legate al software, un esteso approfondimento dei modelli di propagazione luminosa, delle leggi dell’ottica e della fisica dei materiali.
        4° MODULO – Fotografia e gestione Virtual Camera - CFA 2
        L’insegnamento si propone di fare esperienza delle virtual camera all’interno dell’ambiente tridimensionale. Al pari di un corso di fotografia analogica, verranno approfonditi tutti i concetti alla base dei meccanismi di ripresa fotografica utilizzabili in ambiente 3D, per mezzo del parallelo tra la fotocamera reflex e il synthetic camera model, adottato in fase di rendering.
        5° MODULO – Tecniche di Illuminazione da set -CFA 2
        L’insegnamento si propone di indagare strumenti, tecniche, e setup di illuminazione che appartengono all’ambito della fotografia da set. L’obiettivo primario è di fare esperienza, in digitale, dei principali schemi di illuminazione e delle varie sorgenti di luce quali riflettori, diffusori, filtri, e così via. In questa fase, lo studente si confronterà con la progettazione della luce, con i limiti di calcolo, e con le molteplici possibilità espressive offerte dalla visualizzazione 3D.
        6° MODULO –Tecniche di Illuminazione da interni - CFA 2
        L’insegnamento si propone di acquisire le specifiche tecniche e di sperimentare i vari modelli di illuminazione per l’Interior design. Le precedenti fasi di gestione e ottimizzazione dei modelli saranno di supporto per manipolare oggetti di arredo presenti in scena. In particolare, verranno approfondite le varie possibilità di calcolo della radianza per snellire il processo di rendering in ambienti interni.
        7° MODULO – Tecniche di Illuminazione da esterni - CFA 2
        L’insegnamento si propone di fare esperienza dell’illuminazione da esterni attraverso i parametri di geo-localizzazione del Sole/Cielo fisico presenti nei moderni motori di rendering. Le simulazioni rendering delle diverse condizioni atmosferiche verranno condotte tramite le tecniche di Image Based Lighting basate sull’impiego di HDRI. Verranno, inoltre, simulati mezzi di propagazione quali nebbia e foschia, che afferiscono alla prospettiva aerea e che, in computer grafica, rientrano nell’ambito di applicazione dei volume materials.

      • MACROAREA - POST PRODUZIONE

        1° MODULO - Compositing - CFA 2
        L’insegnamento si propone di fare esperienza della post-produzione dell’immagine digitale. Nello specifico, il modulo di compositing si occupa di sperimentare le possibilità del post-process, della manipolazione tramite LUT e del salvataggio in multipass degli output di rendering.
        2° MODULO - Tecniche per il fotoritocco dell’immagine - CFA 2
        L’insegnamento si propone di fare esperienza delle tecniche avanzate di fusione, color grading, delle regolazioni non distruttive e di tutte le procedure di fotoritocco, di inserimento e scontorno, finalizzate all’implementazione dell’immagine nell’ambito del digital imaging.
        3° MODULO – Photo Bashing e Matte Painting - CFA 2
        L’insegnamento si propone di fare esperienza del photo-compositing per la creazione di fondali o di parti della scena. Nel modulo verranno approfondite le tecniche alla base del matte painting e le strategie visive impiegate sia nella pittura tradizionale che nel digital painting, quale processo integrato per aggettivare lo storytelling nella costruzione di immagini al computer.

      • MACROAREA - COMUNICAZIONE DEL PROGETTO

        MODULO - Communication Design - CFA 2
        L’insegnamento si propone di dare gli strumenti operativi e critici per presentare un progetto visivo e redarre un portfolio lavori, attraverso il corretto uso del graphic design e degli strumenti di layout. Nel modulo verranno simulate le dinamiche di presentazione dei progetti alla clientela, tramite presentazioni orali e a distanza, su piattaforme web, profili social, per apprendere, ad ampio raggio, le strategie di comunicazione e self-branding adottate dai professionisti nell’ambito del visual design.

      • MACROAREA - STAGE IN AZIENDA

        AANT vanta all’attivo numerose partnership con aziende e studi di settore per l’attivazione di tirocini curriculari nei vari ambiti disciplinari trattati dal programma del Master. Il Direttore del Corso saprà individuare le caratteristiche peculiari di ogni singolo corsista e lo indirizzerà presso l’azienda/studio che maggiormente si adatti alle sue inclinazioni e aspettative riguardo il mondo del lavoro.AANT vanta all’attivo numerose partnership con aziende e studi di settore per l’attivazione di tirocini curriculari nei vari ambiti disciplinari trattati dal programma del Master. Il Direttore del Corso si occuperà personalmente di individuare le caratteristiche peculiari di ogni singolo corsista e di indirizzarlo presso l’azienda/studio che maggiormente rispecchi le sue inclinazioni e aspettative riguardo il mondo del lavoro. Al termine dello stage, si terrà la discussione della Tesi di Master.

    Cerca nel sito